Together as one – against all others di Ella Moore

Connor Brady è una giovane promessa del pugilato professionistico newyorkese. Bello, sorridente, spontaneo e un po’ maldestro, è determinato a vincere per conquistare il titolo mondiale e la ring girl, schiva e affascinante, che gli ha fatto perdere la testa.

Madison è una donna concreta, stabile e all’apparenza forte, non vuole altro che tranquillità e certezze per sé e Danny, il suo bambino. Un ventiduenne può avere le carte in regola per conquistarla e darle ciò di cui ha bisogno?

Il passato di Madison resterà chiuso nei ricordi più bui, senza tornare?

Il loro amore sarà capace di superare ogni ostacolo?

Se quello che cerchi è una sfida, hai trovato il romanzo giusto. Non ci sono descrizioni, niente narrazione, solo i fatti, attraverso le parole e i pensieri dei protagonisti. Ogni altra cosa è lasciata alla tua immaginazione.

Together as one ti catturerà nella storia di Connor e Madison, la tua mente costruirà il loro mondo, i tuoi sentimenti riempiranno i vuoti con le sfumature di cui il tuo cuore ha bisogno.

Questo nuovo stile letterario lascia inalterato il coinvolgimento emotivo e appassiona ancor di più il lettore la cui inconscia partecipazione alla definizione degli elementi contestuali del romanzo, volutamente non inseriti, rende questa esperienza di lettura unica.

«Together as one»

«È la cosa più bella che ho mai avuto, Mad.»

«Perché fai così? Perché ti arrendi e non insisti? Perché sei comprensivo con me?»

«Non devo arrendermi? Devo insistere e affliggerti per qualcosa che non controlli? Vuoi che io sia petulante e…»

«No, no. Voglio solo sapere perché non lo sei.»

«Perché voglio vederti stare bene, Mad. Ci tengo. Solo quando sarai serena cambieranno le cose. Non posso forzarti, non voglio. Non posso bruciare tutto per farti dire cose che non vuoi o che non riesci nemmeno a capire ancora. Mi arrendo con te perché sei tu quella fragile. È così. Sembri quella tosta, quella che non ha bisogno di nessuno, quella che ce la fa e quella forte, e io sembro quello spaesato, innocente e disarmato. Ma la verità è che sei tu quella delicata e io devo proteggerti senza forzature. Non voglio essere pesante perché a te serve leggerezza, ti serve qualcuno che sollevi qualche peso non che ne aggiunga altri. Tutto qui.»

«Tutto qui?»

«Sì, tutto qui.»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.